Divertimenti, spiagge ad Ibiza: la mia esperienza

Sono stata ad Ibiza lo scorso anno, a luglio, desiderosa di una vacanza che potesse conciliare mare, spiagge, divertimento ma anche tanto relax.

All’inizio ero un po’ scettica sulla destinazione scelta in quanto Ibiza è conosciuta soprattutto per la sfrenata vita notturna ma alla fine mi sono dovuta ricredere perché non farsi travolgere dal caos dell’isola ma godere comunque di quello che l’isola offre – discoteche comprese – è possibile e permette di fare quella che definisco una vacanza ideale.

Per l’alloggio io consiglio di scegliere la località di San Antoni che è un pò lontana dalla zona delle discoteche ma offre buone strutture ricettive di ogni tipologia in particolare le ville ad Ibiza sono un must, e per la sera ci sono mille localini dove è possibile gustare un aperitivo con vista sul tramonto e musica soft in sottofondo. Per l’aperitivo l’indirizzo da non perdere è il Cafe de Mar, forse il locale più famoso della zona, ma ce ne sono anche tanti altri che meritano una visita, come ad esempio l’Ocean Beach che lo offre addirittura gratis. A San Antonio ci sono anche molti ristorantini per cene romantiche e a base di pesce.

 

La sera un giro ad Ibiza porto è d’obbligo, sia per una passeggiata fra i negozi che per mangiare in uno dei tanti ristorantini proprio sul mare. La zona dei locali, che è Playa d’en Bossa, è facilmente raggiungibile o con i mezzi pubblici – il costo del biglietto singolo è di 2 euro ma si possono acquistare anche carnet e risparmiare qualcosina – oppure noleggiando un’auto o uno scooter, soluzione adottata da tanti turisti. Ci sono, ovviamente, anche i taxi che costano circa 15 euro per portarti da San Antoni alla zona delle discoteche. Ho poi saputo – ma non ne ho usufruito – che alcuni locali istituiscono anche delle navette gratuite nel mese di luglio e agosto ma sono, ovviamente, abbastanza affollate.
Per quanto riguarda le discoteche le più belle sono lo Space (aperto no stop 24 ore per ballare anche di mattina), l’Amnesia, il Pacha, El Divino – famosa per essere frequentata da modelli e modelle.

San Antoni è molto vicina anche alle spiagge più belle dell’isola. Assolutamente da non perdere Cala Compte e Cala Bassa ma va detto che il mare è bello un po’ ovunque e forse le uniche zone da evitare sono proprio quelle del porto perché ovviamente l’acqua è più sporca per il continuo arrivo di traghetti e barche. Irrinunciabile una visita a Ses Salinas, all’interno del parco naturalistico, sia per la particolarità delle saline che si trovano nelle vicinanze e conferiscono un colore diverso alla sabbia sia perché è una delle spiagge più frequentate dai vip.

Infine, prima di ripartire non perdetevi un giro a Sunset Strip, una delle strade principali dell’isola che vi offrirà lo spettacolo della gente più stravagante mai vista prima!

La pratica e sicuramente meglio della teoria

Oggi fare pratica in ambito web, è sicuramente migliore come metodologia di apprendimento rispetto alla teoria, infatti in particolar modo quando parliamo di e-commerce ad esempio con il CMS PrestaShop bisogna pensare che la teoria non può bastare, ed è in questo che ci viene in aiuto con un ottimo corso prestashop che si svolge a Firenze l’azienda fiorentina specializzata in web marketing seochef, il corso ha la durata di 16 e si svolge in 2 giornate formative davvero interessanti, infatti la prima è rivolta alla configurazione e corretta gestione della piattaforma, analizzando tutte le problematiche più diffuse, come la configurazione delle spedizioni, la gestione dei pagamenti, come configurare paypal nel modo corretto, come installare e disinstallare un modulo e tante altre funzionalità particolari.

Il secondo giorno invece è rivolto alla SEO per prestashop, quindi si andrà a sviluppare una corretta ottimizzazione del vostro ecommerce lato seo in modo da poter scalare la serp, in particolare la giornata è rivolta a tutte le tecniche che si possono utilizzare per una corretta ottimizzazione seo onpage, in quanto è il primo punto che google va ad analizzare quando fa la scansione di un sito internet e quindi non possiamo far trovare “la casa sporca”, bensì è importante che il nostro website sia perfetto dal punto di vista SEO, già in questo modo si ottengono spesso ottimi risultati in serp con difficoltà bassa o media. sicuramente potrebbe non bastare in ambito SEO l’onpage e bisognerà a correre ad offpage nei casi di concorrenza alta e altissima tipo hotel o cellulari, ma quello verrà svolto in altre date dove si effettuerà a Milano un’altra 2 giorni ma di advanced sia di Prestashop analizzando il core, gli override e come sviluppare moduli. Sia nella seconda giornata SEO dove si andrà ad affrontare la link building, la semantica, le penalizzazioni da panda e penguin, gli errori 404, i reindirizzamenti e tutto quello che mai nessuno vi ha voluto svelare in un corso seo per Prestashop. dimenticavamo la cosa più importante le date: il 26 e 27 giugno 2015 a Firenze ad un costo lancio solo per i primi 3 iscritti di euro 169 + IVA.

La moda 2015 per i più piccini

La moda bambini per il 2015 è ricca di sorprese che si rifanno anche a una tradizione magistralmente rivisitata dai vari stilisti, che hanno pensato di vestire neonati, bambini e bambine in modo allegro e comunque comodo.

Per questa estate per esempio la moda per i più piccini nati da poco o che stanno per nascere punta sui tessuti rigorosamente di origine naturale, come cotone e filati freschi e leggeri.
I maschietti potranno sfoggiare capi con l’intramontabile stile navy dove il bianco, il blu e l’azzurro sono protagonisti anche con stampe a righe, riprese in altre combinazioni di colori.
Tra gli outfit del genere ci sono quelli di Dolce e Gabbana che osano anche la combinazione del bianco e nero a righe e a pois, mitigata da stampe con simpatici e teneri animali (cani, orsacchiotti, ecc).
Anche il rosso è molto apprezzato per uno stile comunque chic, e dove si combinano anche i colori delicati per i vestiti di tutti i giorni. In particolare i body, pratici da aprire con i bottoncini per il cambio pannolino e che si possono indossare con pantaloncini o a tutina, con cappellini in coordinato per le giornate più calde e per le uscite.
Guru e HITCH-HIKER si rifanno a uno stile serioso e ironico con pratici cardigan e giacchine per le serate fresche autunnali.
Per le bambine sono i vestitini con motivi floreali e colori accesi e vivaci il must per l’estate 2015. Per i giochi però ci sono anche larghe t-shirt con colori pastello da abbinare a comodi leggins o pantaloncini fantasia.


I temi dominanti per i vestiti delle bimbe sono soprattutto quelli esotici come quelle animalier o con esemplari coloratissimi, come pavoni e pappagalli.
Tra gli outfit per bambina più vivaci ci sono quelli di Benetton. Anche per le bambine gli stilisti non si sono risparmiati negli accessori come i cappelli, anche in paglia con inserti colorati estremamente glamour.
Molto belle le larghissime gonne di Missoni con inserti in velo per farle sentire delle vere principesse.
I tessuti sono molto morbidi e leggeri come il jersey, o il gabardine di giacchine deliziose, tutto in prospettiva del comfort per i giochi estivi.
Per i bambini la maggior parte delle firme più famose di questo settore della moda, come Brums o Il Gufo abbigliamento, hanno immaginato un abbigliamento molto vicino a quello degli adulti, trovando ispirazione in uno stile vintage anni ’20.
Bermuda in cotone da abbinare a simpatiche giacche color sabbia, camicie a quadri con papillon e gilet, giubbini leggerissimi con fantasie hawaiane molto allegre.
Lo stile e la praticità vanno comunque di pari passo con l’abbigliamento per ogni giorno con pantaloncini e t-shirt sul giallo, colore molto in voga, e fantasie geometriche, con molte righe e l’accostamento di bianco e rosso, blu e sabbia.