Accessori utili per l’alta quota

Essere in alta quota è un sogno per gli amanti della montagna, ma può nascondere delle insidie se non si è preparati.

Esistono infatti degli accessori basilari che aiutano notevolmente a combattere le rigide temperature di quest’area.
I guanti Level sono l’ideale per questo scopo, il brand è uno dei leader del settore, segno della grande passione dell’azienda che scaturisce in un prodotto di grande qualità e sicurezza.
L’ergonomia del guanto è dotata di un innovativo sistema di termoformatura. Questo migliora la calzata e di conseguenza anche la comodità del guanto, per una perfomance sportiva senza sbavature.
I guanti sono dotati di una speciale imbottitura WarmMax e Fleece per riscaldare rapidamente la cute.
Per chi è particolarmente sensibile di fronte alle temperature gelide, la linea di guanti Level con inserti in GORE-TEX riescono a tenere lontano il freddo, trasferendo il calore dall’esterno all’interno e fornendo un’ottima impermeabilizzazione del tessuto, con conseguente bilanciamento dell’umidità. Anche in situazioni estreme.

guanti-sci-level-mercury-gtx-donna
In poche parole più la temperatura si abbassa più le mani rimangono al caldo, in netto contrasto con un contesto più mite in cui le mani saranno più asciutte.
Per gli amanti dello sci è stata invece ideata la linea Level Legend, con imbottitura in Thinsulate, un materiale più sottile rispetto ad altri tessuti termoisolanti e con marchio ThermoPlus3000, capace di resistere a temperature fino a -15 gradi. Il materiale è in pelle di capra, morbidissimo al tatto e, allo stesso, idrorepellente per non far subentrare all’interno del guanto acqua e umidità, creando così zone fredde.
Un prodotto simile è il guanto Level Race che dispone anche di un sistema Kirak Reflex Stimulator che aumenta la sensibilità nervosa portando ad un miglioramento della perfomance sportiva. Ideale per gli sportivi che non sopportano l’ovattamento provocato dal guanto e non vogliono rinunciare alla sensazione tattile della mano.
Grande attenzione è posta anche per l’estetica del guanto, che si allontana dal classico per stile per rivestirsi di un design moderno e personalizzato: dalle fantasie cartoon alle animalier, dal black style allo skeleton. Per poter indossare un prodotto esteticamente piacevole senza rinunciare al comfort.
I modelli Level sono tantissimi, in base alle esigenze e ai desideri del cliente. Per un amore ad alta quota!

Bungee jumping, un salto da ponte!

Il bungee jumping, chiamato in italiano, salto con l’elastico, è uno sport inserito nella categoria degli “estremi” proprio per il modo in cui si pratica, infatti lo dice proprio il nome, il bungee jumping consiste nel lanciarsi da un luogo con una minima altezza autorizzata, generalmente è un ponte, con una corda elastica legata, un’estremità al corpo di chi si lancia, in genere alle caviglie, e l’altra estremità è ancorata al punto in cui ci si deve lanciare.
Il bungee jumping, ha origini molto antiche e non era considerato assolutamente uno sport, anzi era un rito di iniziazione praticato per la prima volta nell’isola di Pentecoste, che attualmente fa parte della Repubblica di Vanuatu, nell’Oceano Pacifico situata a largo della costa australiana. Adesso, invece, chi lo pratica come sport, lo vive come un gioco e si lancia da certe altezze per provare delle emozioni e sentire l’adrenalina salire al massimo, perché sfidare la forza di gravità e superare i propri limiti è un esperienza che tutti gli uomini desiderano provare almeno una volta nella vita.

Negli anni settanta vennero effettuati i primi salti ma erano illegali, poiché si usavano delle corde di cauciù non molto sicure, invece, oggi vengono usate delle attrezzature composte da materiale da alpinismo e materiale specifico per il bungee. Il lancio è effettuato in piena sicurezza, oltre all’elastico fissato alla piattaforma di lancio e alle caviglie del saltatore, vi è un’altra corda che fa da sicurezza e scorre parallelamente all’elastico, pronta in caso di cedimento ad entrare in gioco. L’imbragatura non è da meno, è composta infatti da due elementi, le cavigliere che sono fatte di tessuti ad alta resistenza e munite di strisce che consentono l’aggancio, attraverso dei moschettoni, all’elastico, e poi c’è l’imbrago da alpinismo, dove viene fissato al bacino e al torace, servendo solo da attacco alla corda di sicurezza.
Ci sono molte controindicazioni, e accorgimenti per chi pratica o vorrebbe praticare questo sport, anche se è uno sport considerato estremo è adatto a tutti, tranne per alcune categorie di persone che sono considerate non idonee o da apportare delle correzioni per farle lanciare, ma oltre tutte quella più importante rimane sempre il buon senso e non strafare.