Una meta turistica

Durazzo non passa certamente per una delle città più visitate dai turisti, ma negli ultimi anni è diventata una meta turistica di tutto rispetto. La città albanese oggi ha poco da invidiare ad altri centri più famosi ed è uno degli scali europei più importanti. Durazzo vanta un grande porto turistico, molti chilometri di spiagge bianche e un mare eccellente. Qui si trovano le spiagge più frequentate di tutta l’Albania, lunghe distese sabbiose incontaminate e tutte praticamente libere. Oltre agli invidiabili aspetti naturali la città esprime la sua bellezza anche attraverso la sua lunga storia, a Durazzo si trova uno degli anfiteatri più antichi delle regioni balcaniche dove sono evidenti i segni della cultura paleocristiana. Una volta arrivati da questa parti difficile andar via senza aver fatto visita alla roccaforte, un altro simbolo della città albanese situato su di una collina e da dove lasciarsi incantare da una panorama mozzafiato. Da vedere anche il Museo Archeologico, il Museo della Storia e le terme, di origini antiche e nei mesi estivi prese d’assalto da numerosi turisti.

Durazzo è facilmente raggiungibile dall’Italia partendo con i traghetti da Ancona a Durazzo. Una tratta servita da navi capaci di trasportare autovetture, moto e camper, e di offrire ai passeggeri tutti i generi di comfort. I traghetti moderni e i tanti servizi rendono la traversata tranquilla, un viaggio che per i passeggeri diventa un vero momento di relax. Prenotare in anticipo può risultare molto conveniente perché, in questo modo, si può accedere a delle tariffe speciali.

La vita notturna a Durazzo è molto movimentata: qui si vive la notte con spensieratezza e in modo divertente. Il lungomare la sera si anima e i turisti passeggiano divertiti tra le tante bancarelle, le giostrine e i molti locali dove si cucinano anche piatti italiani molto ricercati. Moltissimi sono infatti i ristorantini locali dove gustare dell’ottimo pesce fresco ma anche prelibate specialità di carne, pietanze eccellenti magari da accompagnare con birre di squisita qualità. Inoltre, soggiornare a Durazzo è molto low cost, un altro aspetto molto interessante della meta turistica albanese. I prezzi davvero contenuti, le bellissime spiagge e una storia alle spalle tutta da scoprire fanno di Durazzo una città di forte richiamo e in continua ascesa tra le preferenze dei turisti.

Divertimenti, spiagge ad Ibiza: la mia esperienza

Sono stata ad Ibiza lo scorso anno, a luglio, desiderosa di una vacanza che potesse conciliare mare, spiagge, divertimento ma anche tanto relax.

All’inizio ero un po’ scettica sulla destinazione scelta in quanto Ibiza è conosciuta soprattutto per la sfrenata vita notturna ma alla fine mi sono dovuta ricredere perché non farsi travolgere dal caos dell’isola ma godere comunque di quello che l’isola offre – discoteche comprese – è possibile e permette di fare quella che definisco una vacanza ideale.

Per l’alloggio io consiglio di scegliere la località di San Antoni che è un pò lontana dalla zona delle discoteche ma offre buone strutture ricettive di ogni tipologia in particolare le ville ad Ibiza sono un must, e per la sera ci sono mille localini dove è possibile gustare un aperitivo con vista sul tramonto e musica soft in sottofondo. Per l’aperitivo l’indirizzo da non perdere è il Cafe de Mar, forse il locale più famoso della zona, ma ce ne sono anche tanti altri che meritano una visita, come ad esempio l’Ocean Beach che lo offre addirittura gratis. A San Antonio ci sono anche molti ristorantini per cene romantiche e a base di pesce.

 

La sera un giro ad Ibiza porto è d’obbligo, sia per una passeggiata fra i negozi che per mangiare in uno dei tanti ristorantini proprio sul mare. La zona dei locali, che è Playa d’en Bossa, è facilmente raggiungibile o con i mezzi pubblici – il costo del biglietto singolo è di 2 euro ma si possono acquistare anche carnet e risparmiare qualcosina – oppure noleggiando un’auto o uno scooter, soluzione adottata da tanti turisti. Ci sono, ovviamente, anche i taxi che costano circa 15 euro per portarti da San Antoni alla zona delle discoteche. Ho poi saputo – ma non ne ho usufruito – che alcuni locali istituiscono anche delle navette gratuite nel mese di luglio e agosto ma sono, ovviamente, abbastanza affollate.
Per quanto riguarda le discoteche le più belle sono lo Space (aperto no stop 24 ore per ballare anche di mattina), l’Amnesia, il Pacha, El Divino – famosa per essere frequentata da modelli e modelle.

San Antoni è molto vicina anche alle spiagge più belle dell’isola. Assolutamente da non perdere Cala Compte e Cala Bassa ma va detto che il mare è bello un po’ ovunque e forse le uniche zone da evitare sono proprio quelle del porto perché ovviamente l’acqua è più sporca per il continuo arrivo di traghetti e barche. Irrinunciabile una visita a Ses Salinas, all’interno del parco naturalistico, sia per la particolarità delle saline che si trovano nelle vicinanze e conferiscono un colore diverso alla sabbia sia perché è una delle spiagge più frequentate dai vip.

Infine, prima di ripartire non perdetevi un giro a Sunset Strip, una delle strade principali dell’isola che vi offrirà lo spettacolo della gente più stravagante mai vista prima!

Puglia porto internazionale

La Puglia, una delle regioni del sud Italia, confina con le regioni del Molise, della Campania e della Basilicata, il cosiddetto tacco dello stivale è una regione italiana a statuto ordinario dell’Italia meridionale ed è bagnata da mar Adriatico ad est, invece a sud dal Mar Ionio.
Il clima in tutta la puglia è tipicamente mediterraneo, sulle zone costiere e pianeggianti ci si può godere di un estate calda, ventilata ma secca ed inverni miti, le precipitazioni, invece, sono perlopiù presenti tra la stagione autunnale e quella invernale, però sono scarse nelle zone pianeggianti, mentre sull’altopiano sono frequenti le nevicate in caso di venti freddi provenienti da est. Proprio per questi cambiamenti estremi, le escursioni tra estate ed inverno sono notevoli soprattutto nelle pianure interne.
La regione pugliese, terra ricca di frutti e luoghi storici e turistici è divisa dalle provincie di Bari, Barletta – Andria – Trani, Foggia, Lecce, Taranto e Brindisi una delle città più belle della Puglia.


Brindisi è il centro più importante del Salento dell’Italia meridionale,  la città ha avuto un ruolo molto importante già storicamente nel ambito del commercio e della cultura, dovuto alla sua privilegiata posizione verso l’Oriente e soprattutto al suo porto naturale ancora esistente ed in funzione affacciato sul Mar Adriatico. Il porto della città è un porto naturale perché sorge in un insenatura che si incunea profondamente nella costa adriatica della Puglia, all’interno del porto vi sono le piccole isole Pedagne, un minuscolo arcipelago attualmente non visitabile perché utilizzato solo per scopi militari visto che vi è presente una caserma di addestramento del 1° regimento San Marco della Marina Militare.
La città ha un territorio principalmente pianeggiante caratteristico quindi di un elevata tendenza all’agricoltura da parte dei cittadini. Poco distante dalla città vi è la Riserva Marina Naturale del WWF di Torre Guaceto, un’area quasi rettangolare situata sulla costa, formata da spiagge, dune e macchie mediterranee , la flora presente nell’area è caratterizzata da steppe saltate mediterranee a Limonium, un genere di piante della famiglia delle plubaginacee, e da dune costiere con juniperus o più comunemente chiamate piante di ginepro. Invece la fauna è caratterizzata da molte specie di diverse dimensioni e abitudini, quelli più difficili da individuare sono i piccoli mammiferi come la donnola, la faina e il tasso che essendo animali notturni, durante il giorno sono al riparo nelle loro tane scavate nel terreno, invece i mammiferi diurni, come la lepre, la volpe ed il riccio sono facilmente avvistabili, poi vi sono molti rettili che soprattutto nel periodo estivo escono dalle loro tane per riscaldarsi al sole, uccelli come le rondini, stazionano nella riserva durante i periodi di migrazione ed infine numerosi anche i rapaci come il falco di palude, che domina dall’alto con la sua maestosità tutta la riserva.

Ischia, l’isola dalle mille storie

L’isola di Ischia è un’isola del mar Tirreno, situata nella parte settentrionale del Golfo di Napoli ,e appartenente all’arcipelago delle isole Flegree del quale ne fanno parte anche l’isola di Procinda, Vivara e Nisida, invece l’isola di Capri, pur essendo nel Golfo di Napoli appartiene ad un’altra area geologica.
Le origini del suo nome sono molto incerte, i latini, infatti, la chiamavano Pithecusa, il quale nome deriva dal greco pithos, cioè “vaso”, e quindi l’isola dei vasi, invece, altre più fantasiose interpretazioni la collegano al nome pithekos, che significa scimmia, alludendo al mito dei cercopi, i quali Zeus li trasformò in cercopitechi , ovvero delle scimmie, a causa del loro cattivo comportamento. Oltre a queste versioni ce ne sono altre legate, ad esempio, ad alcune caratteristiche dell’isola, la quale ancora oggi è ricoperta da molti alberi di pino, ed il nome in latino potrebbe essere un derivato del nome d’origine dell’isola, e quindi avere il significato di “isola della resina” , materiale molto usato, nell’antichità, per rendere impermeabili i vasi per le bevande.
Si può raggiungere l’isola con un traghetto partendo dal porto di Napoli, e in poco tempo si può ammirare in piena libertà tutto quello che il mare e soprattutto l’isola offre dato da un panorama mozzafiato che si può godere già durante il viaggio, osservando da lontano il monte Epomeo situato al centro dell’isola, quest’ultimo è un vecchio vulcano sottomarino sprofondato milioni di anni fa, infatti, l’intera isola di Ischia non è altro che la punta di questo vulcano, oramai non più attivo poiché non vengono registrate attività dall’ultima eruzione del 1301 le quali non sono state neanche considerate delle eruzioni molto consistenti.


La sua forma a cono caratteristica dei vulcani, con appunto il monte al centro dell’isola, la caratterizza dal punto di vista climatico, favorendo un clima mite anche nei periodi invernali, con continui cambi climatici, anche durante la stessa giornata. I venti durante il periodo invernale sono comunque dei venti caldi ed il periodo al contrario è caratterizzato da venti freschi soprattutto nelle zone più alte, l’umidità altrettanto, è variabile in base al periodo, ad esempio l’inverno è caratterizzato da un’umidità media e da piogge frequenti, invece nel periodo estivo cala modestamente.
Data la sua origine vulcanica l’isola di Ischia è famosa soprattutto per le sue acque termali, utilizzate già nell’antichità dagli antichi greci, i quali si immergevano nelle acque per purificare il corpo e la mente, e come rimedio per guarire le ferite dopo guerre e battaglie, attribuendogli dei poteri di guarigione soprannaturali, infatti, non è un caso che nei pressi di zone termali vi siano delle statue dedicate a divinità.
L’isola di Ischia è un libro di storia a cielo aperto, molti popoli si sono insidiati sull’isola lasciando la loro storia e la loro cultura insita nella storia degli ischitani.

Traghetti per le isole Tremiti

L’arcipelago delle Tremiti, è un insieme di isole situate nel mar Adriatico, tra l’Italia e la Croazia, l’arcipelago formato da cinque isole tra cui solo due abitate, si trova vicino le coste molisane ma appartiene alla regione della Puglia e precisamente della provincia di Foggia. Pur essendo il più piccolo comune della Puglia ed il secondo meno popoloso è una meta molto ambita dai turisti di tutto il mondo dove possono ammirare le bellissime acque cristalline a cui molto spesso è stata assegnata la Bandiera Blu, un prestigioso riconoscimento.
Per godere delle tante bellezze che le isole offrono basta prendere dei traghetti per le Tremiti dove ci si può arrivare in poco tempo senza problemi e godere anche del fantastico panorama che il mare offre in quella zona.


Il comune di Isole Tremiti fa parte del Parco Nazionale del Gargano, un’area naturale protetta che copre tutta la parte nord-orientale della Puglia, ovvero la parte dell’Italia più vicina alle coste croate, ed in più una parte del territorio del comune pugliese costituisce la Riserva naturale marina Isole Tremiti, un’area marina protetta composto principalmente da un bosco misto di aleccia e pino d’aleppo ed una vegetazione da scogliera tra cui le piante di capperi e rosmarino.
Il clima sulle isole Tremiti è fortemente mediterraneo, la temperatura ha un andamento annuale con inverni miti ed estati calde dove, quest’ultime sono caratterizzate da un marcato e prolungato periodo di aridità e quasi esclusivamente nel periodo autunnale – invernale la piovosità è limitata. Di conseguenza anche il mare è molto calmo nel periodo estivo, colpito da leggeri venti di scirocco e solamente in inverno viene colpito da forti mareggiate e burrasche.
L’economia dell’isola, si basa principalmente, come per ogni altra isola sulla pesca, ma anche sull’agricoltura, ma come detto in precedenza, soprattutto sul turismo, dove in pochissimi anni sono nati numerosi hotel, alberghi , camping e villaggi turistici. L’arcipelago proprio per la sua struttura morfologica è meta ideale per una vacanza rilassante e romantica, offre tutto ciò che uno ha bisogno, si può godere di coste basse con spiagge sabbiose, di baie e promontori e perché no di coste alte e rocciose a strapiombo sul mare.

Un traghetto per la Grecia

Una volta che le vacanze natalizie sono finite, si è ritornati alla vita monotona di tutti i giorni, ed è iniziato un nuovo anno da vivere e da godersi, si pensa già alle prossime vacanze estive, si pensa a quella fantastica settimana o magari perché no a quelle due fantastiche settimane ad agosto dove potersi godere al meglio il sole di chissà quale meta turistica. Partire per la Grecia magari, senza impegno, senza tante preoccupazioni e prenotare una bella camera in un albergo, o perché no, se si una bella e grande comitiva, una villetta sulla costa di una delle tante magnifiche isole greche.
La Grecia è una località molto ambita nel periodo estivo, soprattutto da i giovani, dove possono godersi, oltre che un mare fantastico ed un clima classico delle zone mediterranee, c’è divertimento continuo, dal giorno alla notte e dalla notte al giorno.


La Grecia, è una nazione con una forte e bellissima posizione geografica, oltre a confinare con l’Albania, la Macedonia, la Bulgaria e non molto lontano dalle coste del sud Italia, è bagnata anche da due mari, avendo così una flora ed una fauna d’avvero caratteristica, a est e a sud, infatti, è bagnata dal mar Egeo, invece, sul versante occidentale è bagnata dal mar Ionio.
Come si è detto in precedenza, il clima presente in Grecia, è tipicamente mediterraneo, proprio data la sua posizione, ed è caratteristico per avere estati molto calde e scarse precipitazioni, ed invece, inverni miti. Sulle zone interne, e sui rilievi montuosi il clima può diventare continentale, con l’aggiunta di piogge frequenti ed inverni freddi e addirittura nevosi in alcune zone più alte.
Dato il suo clima cosi caratteristico, la Grecia e le sue isole presentano una ricca vegetazione di tipo mediterraneo, soprattutto lungo le coste e sulle isole. Sono presenti anche molte varietà di uccelli, alcune anche di specie protette, come il falco e altri.
La Grecia è formata da una grande penisola legata agli altri paesi della comunità europea e poi ha un’infinità di isole che sembrano ognuna attrezzata ad ogni tipo di attività e vacanza che uno voglia fare. Ci sono delle isole più adatte ai giovani, dove possono trovare ogni tipo di divertimento e attrazione, dove possono vivere una vacanza con i loro coetanei senza sentirsi a disagio e divertirsi cosi in piena libertà, rispettando sempre e comunque delle regole, anche s ea volte, si sa, i giovani sono un po’ restii a rispettarle. Poi invece, ci sono delle altre isole ideali per le coppie più tranquille e famiglie con bambini, che possono godere di un panorama mozzafiato e un vivere una vacanza da sogno in pieno relax.
Cosa dire, la Grecia è bella fantastica e soprattutto adatta a tutti!