Ischia, l’isola dalle mille storie

L’isola di Ischia è un’isola del mar Tirreno, situata nella parte settentrionale del Golfo di Napoli ,e appartenente all’arcipelago delle isole Flegree del quale ne fanno parte anche l’isola di Procinda, Vivara e Nisida, invece l’isola di Capri, pur essendo nel Golfo di Napoli appartiene ad un’altra area geologica.
Le origini del suo nome sono molto incerte, i latini, infatti, la chiamavano Pithecusa, il quale nome deriva dal greco pithos, cioè “vaso”, e quindi l’isola dei vasi, invece, altre più fantasiose interpretazioni la collegano al nome pithekos, che significa scimmia, alludendo al mito dei cercopi, i quali Zeus li trasformò in cercopitechi , ovvero delle scimmie, a causa del loro cattivo comportamento. Oltre a queste versioni ce ne sono altre legate, ad esempio, ad alcune caratteristiche dell’isola, la quale ancora oggi è ricoperta da molti alberi di pino, ed il nome in latino potrebbe essere un derivato del nome d’origine dell’isola, e quindi avere il significato di “isola della resina” , materiale molto usato, nell’antichità, per rendere impermeabili i vasi per le bevande.
Si può raggiungere l’isola con un traghetto partendo dal porto di Napoli, e in poco tempo si può ammirare in piena libertà tutto quello che il mare e soprattutto l’isola offre dato da un panorama mozzafiato che si può godere già durante il viaggio, osservando da lontano il monte Epomeo situato al centro dell’isola, quest’ultimo è un vecchio vulcano sottomarino sprofondato milioni di anni fa, infatti, l’intera isola di Ischia non è altro che la punta di questo vulcano, oramai non più attivo poiché non vengono registrate attività dall’ultima eruzione del 1301 le quali non sono state neanche considerate delle eruzioni molto consistenti.


La sua forma a cono caratteristica dei vulcani, con appunto il monte al centro dell’isola, la caratterizza dal punto di vista climatico, favorendo un clima mite anche nei periodi invernali, con continui cambi climatici, anche durante la stessa giornata. I venti durante il periodo invernale sono comunque dei venti caldi ed il periodo al contrario è caratterizzato da venti freschi soprattutto nelle zone più alte, l’umidità altrettanto, è variabile in base al periodo, ad esempio l’inverno è caratterizzato da un’umidità media e da piogge frequenti, invece nel periodo estivo cala modestamente.
Data la sua origine vulcanica l’isola di Ischia è famosa soprattutto per le sue acque termali, utilizzate già nell’antichità dagli antichi greci, i quali si immergevano nelle acque per purificare il corpo e la mente, e come rimedio per guarire le ferite dopo guerre e battaglie, attribuendogli dei poteri di guarigione soprannaturali, infatti, non è un caso che nei pressi di zone termali vi siano delle statue dedicate a divinità.
L’isola di Ischia è un libro di storia a cielo aperto, molti popoli si sono insidiati sull’isola lasciando la loro storia e la loro cultura insita nella storia degli ischitani.