Come fare un caffè perfetto a casa

Si dice spesso che fare un buon caffè è un arte, non ci potrebbe essere nulla di più vero. Siamo abituati a bere degli ottimi caffè al bar, ma come fare un buon caffè a casa? 

Prima di tutto, dobbiamo dire che anche a casa possiamo scegliere fra una moka ed una macchinetta del caffè (in capsule o polvere), ma in entrambi i casi i fattori che influenzano un buon caffè sono gli stessi: l’acqua, la miscela e una macchina pulita. Quindi, non solo al bar, puoi preparare un buon caffè anche a casa! Ma come fare? Prima di tutto è essenziale partire da una buona miscela, partendo da materie prime scadenti non si arriverà mai ad un prodotto di qualità e a volte pochi centesimi sul prezzo possono davvero fare la differenza; sul sito https://www.ilcaffeitaliano.com/it/ potrai scegliere fra i diversi tipi in relazione al tuo gusto. 

Se hai la possibilità, scegli il caffè in grani e non quello in polvere, e poi macinalo al momento, ne guadagnerai in odore ed in sapore. Anche il metodo di conservazione è di fondamentale importanza: il caffè va conservato in un contenitore ermetico, lontano dall’umidità e odori sgradevoli.

Quanto influenza invece la moka? La moka, così come la macchinetta, è un punto chiave per fare un buon caffè, sia per come la usiamo che per la sua manutenzione. La prima cosa da chiedersi è quanto caffè inserire nel filtro, è la risposta è che non bisogna mettercene nè troppo nè troppo poco, serve esattamente il giusto, e per capirlo si consiglia di versarne un cucchiaino alla volta, fino ad arrivare ad una piccola montagnetta. Dopo aver inserito il caffè, puoi stringere la moka e metterla sul fornello a fiamma bassa. Importante è alzare il coperchio quando senti (e vedi) che il caffè sta iniziando ad uscire, ciò va fatto per evitare che la condensa si mischi al caffè e il caffè possa risultare “annacquato”. Spegni il fuoco un po’ che sia uscito tutto e, prima di versarlo, è buona abitudine mescolarlo con un cucchiaino, in modo tale da renderlo omogeneo. La manutenzione della moka anche è una cosa molto importante, la caffettiera andrebbe lavata sempre con acqua, per evitare odori sgradevoli dovuti a saponi, e se si vuole eliminare il calcare in eccesso basta usare dell’aceto miscelato ad acqua calda; se invece la moka è nuova o non la usi da tanto è consigliato farla andare “a vuoto”, ossia con solo una piccola quantità di caffè e se inizia a perdere basta cambiare la guarnizione, e con pochi euro non avrai più problemi.

Quindi, riepilogando, per fare un buon caffè con la moka è importante: avere una qualità buona del caffè (e se preferibile usare il caffè in grani e macinarlo al momento), usare acqua minerale, riempire l’acqua fino a metà valvola, non esagerare con la quantità di caffè da inserire nel filtro, stringere bene la caffettiera, avere una fiamma bassa, aprire il coperchio prima che esca tutto il caffè, miscelare e servire in tazze bollenti. Ora, anche tu sei capace di fare un buon caffè a casa!